Inquietudine

 

 

Incontrare un altro

è trovare la porta di se stesso.

 La porta aprendosi liberò tanto silenzio.

 Che nessun fiore apparve, né i verzieri;

 solo lo spazio immenso nel vuoto

 e nella luce apparve d’improvviso

 da parte a parte,

 colmò il cuore,

 lavò gli occhi quasi ciechi sotto la polvere.

        Cristina Campo

Inquietudineultima modifica: 2009-07-15T01:19:10+02:00da eloiserome
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento